Vedo

Quando intervenire

Il momento migliore per decidere l'intervento può dipendere da voi e dal vostro oculista ma soprattutto dalla menomazione pratica che questa affezione arreca al vostro stile di vita quotidiano. Oggi fortunatamente non è più necessario aspettare la "maturazione" della cataratta, che al contrario può comportare dei problemi nella strategia dell'intervento. Intervenire al momento giusto significa più sicurezza e miglior risultato visivo. 
In alcuni casi, nei pazienti miopi od ipermetropi, l’intervento consente di ridurre in modo drastico il difetto visivo iniziale ripristinando una qualità visiva fino a quel momento sconosciuta.

Il microscopio operatorio

Vi sono diversi metodi universalmente accettati e tutti efficaci. Sarà il chirurgo a scegliere, per ogni paziente, la tecnica più appropriata. Oggi la tecnica d'elezione è la facoemulsificazione con questa metodica, una piccola sonda ad ultrasuoni frammenta la cataratta consentendone la rimozione attraverso una piccola incisione di soli 2.75 millimetri. L'intervento è eseguito ambulatorialmente in anestesia locale e dura circa 15/20 minuti. Non si avverte dolore nè al momento della anestesia locale nè tantomeno durante e dopo l'operazione. Il chirurgo opera sempre con l'ausilio del microscopio. Nella quasi totalità dei casi, se l'occhio lo permette, viene asportato il cristallino opaco e sostituito con uno artificiale, permanente, in materiale plastico perfettamente tollerato. Questa lente artificiale viene inserita nella capsula del vecchio cristallino, ancorata ai suoi legamenti naturali, rimanendo per sempre all'interno dell'occhio. La visione si riacquista rapidamente e progressivamente fin dalla prima giornata raggiungendo la stabilità verso l'8° giorno. Talvolta, dopo questo termine, sono necessari occhiali per ottimizzare la visione per lontano e per vicino. Da qualche tempo sono disponibili anche lenti intraoculari bifocali che permettono, in alcuni casi ben selezionati, di ridurre la dipendenza dagli occhiali sia per lontano sia per vicino. La scelta di utilizzare o meno queste lenti viene presa dal chirurgo solo dopo un attento esame clinico e strumentale dell’occhio da operare.

 

Cristallino artificiale pieghevole di 6.5 mm
di diametro

Per appuntamento

 Chiamaci allo 02.58305550. Siamo aperti dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 18.00

Link utili

 

Video

Sample video

Scopri il canale youTube del Dottor Vanetti.

 

Miopia

il laser ad eccimeri o la chirurgia per il trattamento della miopia elevata, il recupero visivo, le reali aspettative del paziente miope, scopri se sei un buon candidato per il trattamento laser: PRK o LASIK?

 

LEGGI...

 

Ipermetropia

il trattamento chirurgico o laser può ridurre od eliminare la necessità dell'occhiale e delle lenti a contatto. Per gli ipermetropi già presbiti si può considerare la contemporanea correzione chirurgica dei due difetti.

 

LEGGI...

Il nuovo laser a femtosecondi garantisce maggiore precisione, riproducibilità dei risultati, ridotto traumatismo rispetto al bisturi

_ Dottor Vanetti

 

Astigmatismo

con tecniche chirurgiche o con il laser ad eccimeri si riduce il difetto visivo migliorando il confort del paziente. Indicazioni e limiti al trattamento PRK - LASIK.

LEGGI...