Vedo

Nuove tecniche chirurgiche

Bimanual Instant Cracking

Nell'Aprile 1998, al convegno dell'American Society of Cataratct and Recfative Surgeons tenutosi a S. Diego, California il dott. Vanetti ha presentato per la prima volta al mondo la tecnica di estrazione della cataratta denominata Bimanual Instant Cracking (B.I.C.); di seguito viene proposto il resoconto semplificato di questo lavoro scientifico.


Questa metodica rappresenta la naturale evoluzione della tecnica monomanuale di pre-chop di Akahoshi, ed è basata sull'analisi dell'anatomia del cristallino e delle sue possibili linee di divisione. Ridurre il tempo di ultrasuoni necessario alla rimozione del nucleo opaco della cataratta, significa ridurre il teorico danno ad una struttura unica e insostituibile: l'endotelio corneale. Alla ricerca dei metodi più efficaci per la riduzione del tempo di intervento e di ultrasuoni, il dott. Vanetti ha voluto semplificare la tecnica di pre-chop modificando le pinze per il cracking unendovi un secondo strumento (nucleus holder) per maneggiare e sostenere il nucleo durante la fase di frattura con la pinza.
Lo holder è un uncino smusso doppiamente curvo, costruito in modo da seguire la convessità del cristallino, con punta arrotondata atraumatica (Fig. 1).  

Lo holder consente di immobilizzare saldamente il nucleo durante il cracking, tenendo al tempo stesso sotto controllo visivo il cristallino nella sua totalità. Le pinze per cracking, appositamente progettate, hanno punte incrociate e bracci assottigliati e appuntiti onde penetrare con facilità nella parte centrale del nucleo.
Dopo l'usuale iniezione di viscoelastico, capsuloressi completa ed idrodissezione, si inietta nuovamente del viscoelastico per garantire una visualizzazione ed una stabilità della camera anteriore ottimali. Si evita la rotazione del nucleo per avere un miglior controllo visivo.
A questo scopo, lo holder viene inserito in camera anteriore tramite l'incisione dei servizio, e viene posizionato alle ore 6 sotto la capsula anteriore, a stabilizzare il nucleo, per prevenire il tilting e consentire una penetrazione in profondità delle pinze. Si passa quindi alla fase di cracking: le pinze vengono inserite gentilmente nella porzione centrale del nucleo, mantenendo un angolo di entrata di 30° (Fig. 2).

Si aprono le pinze creando una frattura a tutto spessore nella lente (Fig. 3).      

 

 

 

   

Per appuntamento

 Chiamaci allo 02.58305550. Siamo aperti dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 18.00

Link utili

 

Video

Sample video

Scopri il canale youTube del Dottor Vanetti.

Il nuovo laser a femtosecondi garantisce maggiore precisione, riproducibilità dei risultati, ridotto traumatismo rispetto al bisturi

_ Dottor Vanetti